lunedì 9 ottobre 2017

Ecoprint


Ieri ho trascorso una bella giornata in Umbria, ospite di Silvia Argenti, bravissima artista del feltro e della tintura, insieme ad altre artigiane tessili (Konny, Letizia, Celeste, Livia e Iliana), per imparare i primi passi dell'Ecoprinting.
L'ecoprint consiste nel tingere i tessuti utilizzando elementi naturali come foglie, fiori, bacche... quale stagione migliore dell'autunno per sperimentare?
Si possono usare tanti tipi di piante, ma ognuna dà effetti diversi, che cambiano anche a seconda di come il tessuto viene trattato.
Il risultato è sempre sorprendente, ed aprire le stoffe dopo la "cottura" è una vera magia!
Grazie di cuore alle "ragazze" che hanno condiviso questa splendida giornata di esperimenti e allegria!

domenica 10 settembre 2017

Borsa "origami" - Origami Bag

Questa borsa si crea con una piegatura tipo origami e assomiglia alle borse giapponesi ottenute semplicemente piegando e annodando un pezzo di stoffa, secondo una tecnica che si chiama "furoshiki".

Occorre un pezzo di tessuto rettangolare in cui il lato lungo deve essere 3 volte la misura del lato corto. La misura 35x105 cm o anche 40x120 va benissimo per una borsa capiente, ma ovviamente si può fare sia più piccola che più grande, l'importante è mantenere la proporzione.
Il tessuto è meglio che sia abbastanza resistente e compatto, in modo da non avere necessità di fodera.
Per fare la borsa si prende il rettangolo di stoffa e si segnano i punti A, B, C, D e A1, B1, C1, D1. La distanza tra i punti è sempre la stessa e corrisponde alla lunghezza del lato corto. In pratica, è come avere tre quadrati uniti.
Si piega la stoffa in modo che i punti B e D si tocchino, e i lati BC e CD siano allineati. Si fa una cucitura unendo tra loro i lati BC e CD.
Ora si passa all'altro lato:
Si piega la stoffa in modo che i punti A1 e C1 si tocchino, e i lati A1-B1 e B1-C1 siano allineati. Si fa una cucitura unendo tra loro i lati A1-B1 e B1-C1.
Il risultato sembra un groviglio, ma afferrando le due punte rimaste libere (nel disegno mi accorgo ora che ho sbagliato a segnarli, sono in realtà i punti A e D1) e schiacciando leggermente, si ottiene la forma della borsa.
Per il manico, si può mettere una fettuccia della lunghezza desiderata tra A e D1, oppure si possono cucire e unire tra loro le due punte A e D1, secondo la misura della stoffa e il modo in cui si vuole portare la borsa; di solito è un tipo di borsa adatta ad essere indossata a spalla, quindi con "manico" abbastanza corto.


A questo link un altro modo per fare questa borsa.
A quest'altro link un altro modo ancora (con la fodera).
Infine, a questo link si trovano istruzioni visuali per fare una borsa leggermente differente, ma nello stesso stile "hobo" e con strisce di stoffa rettangolari.

martedì 22 agosto 2017

Astucci - Boxy Pouches

Arriva il momento di trovare un posto per penne e matite, o anche per i materiali da lavoro.
Ecco una serie di link a tutorial per cucire degli astucci a forma di parallelepipedo con la zip:
 Il primo tutorial, di SayYes, è per una versione foderata, molto veloce da cucire, perchè le cuciture interne rimangono a vista; usando la tagliaecuci il risultato sarà più rifinito.

Il primo tutorial è di KelbySews; l'astuccio è foderato, con rifiniture interne a zig-zag oppure con la tagliaecuci.

Questa versione di PrettyModern è sempre foderata, ma con cuciture che rimangono nascoste.

La versione di PinkStitches, foderata, con una comoda maniglia laterale e con gli angoli realizzati con un diverso procedimento.

Un astuccio più largo, foderato, rifinito con lo sbieco all'interno, di TheClothParcel.

Il tutorial di SeasonedHomemaker, sempre con fodera e cuciture nascoste; il tutorial è molto dettagliato e ricco di foto passo a passo.

domenica 30 luglio 2017

Pupazzetto tessitore

Passeggiando nel piccolo borgo accanto all'Abbazia di Farfa, nella vetrina di un negozio di tessuti, ho visto questo pupazzetto tessitore, davvero molto carino.

sabato 8 luglio 2017

Filato sottile


 
Mi sto avventurando in un nuovo lavoro, stavolta con filato abbastanza sottile, un misto lino montato sul telaio a pettine liccio. Visto il periodo estivo, ho approfittato di una "location" all'aperto.

Telaio: pettine liccio
Riduzione del pettine: 48/10
Larghezza al pettine: 40 cm
Ordito: 192 fili, lunghezza 2.80 m circa
Materiale: misto lino
Tecnica: tela con tecnica libera
Orlo a mazzetti su 4 fili di ordito, 3 passaggi di trama

Ecco l'inizio del lavoro con i primi cm di tela...

giovedì 8 giugno 2017

Un link da esplorare

Google propone un percorso attraverso la moda e le sue implicazioni culturali, storiche, tecniche...
ci sono tantissimi link da esplorare!
Ecco la pagina di partenza:
https://www.google.com/culturalinstitute/beta/project/fashion?utm_source=google&utm_medium=hppromo&utm_campaign=WeWearCulture&utm_term=it
Buona lettura!

mercoledì 7 giugno 2017

Il Tweed di Chanel

In questo video si vede come viene realizzato il tessuto dei famosi tailleur di Chanel.
Fili di diverse grossezze, nastri, strisce di tessuto, ecc. vengono alternati, moltiplicati e miscelati per ottenere effetti cromatici e di texture sempre diversi. 
Il procedimento in fondo è semplice, e si può prendere senz'altro spunto per nuove invenzioni a 2 e 4 licci.

martedì 6 giugno 2017

Andata e Ritorno

L'ultimo mese è stato più lungo degli altri.
E' stato un mese di tante nuove esperienze e riflessioni inaspettate; di massimi sistemi e quotidiane meravigliose espressioni di affetto.
Sono tornata, e sono cambiata; in meglio, credo.